Comunicazioni di servizio

Abbiamo da fare 2 comunicazioni di servizio, di cui mi faccio portavoce, a nome anche di Minnie, Alex e l’umana.

La prima riguarda il fatto di rispondere ai commenti che ci lasciate, ed è in risposta al commento che ci ha lasciato Giorgio Gattone Nero di Prato, insieme al suo umile e fedele servitore GiuseppeG., ma anche a tutti coloro che avranno fatto lo stesso pensiero di Giorgio e Giuseppe, ma non l’hanno mai espresso.
Allora, è raro che noi si risponda ai commenti. Contrariamente a molti blogger che danno riscontro a tutti i commenti, uno per uno, noi lo facciamo solo qualche volta quando, in maniera del tutto istintiva, ci prende il ghiribizzo di rispondere perché pensiamo che dire la nostra sia importante per chiudere il cerchio, ma è una cosa veramente rarissima… anche perchè spesso ci si mette di mezzo la pigrizia sia nostra, che della bipede che deve scrivere sotto dettatura, e allora… capisciammè!!!
Ma questo non significa ASSOLUTAMENTE che non gradiamo l’a-mici-zia di Giorgio, o del suo servitore Giuseppe, o di CHIUNQUE abbia piacere di passare a leggere e commentare le miazzate che scriviamo di tanto in tanto! Non ci provate più neanche a pensarlo, che vi soffiamo, e pure di brutto vi soffiamo… ffffhhtttttt FFFFFFFHHHHTTTTTTTT!!!
Capito Giorgio e Giuseppe???

La seconda comunicazione riguarda i premi e i meme. Allora, noi siamo felicissimi e lusingatissimi e orgogliosissimi quando qualche blogger (e finora ce ne sono stati diversi) ci nominano per l’assegnazione di un premio, e la buona educazione ci impone di ringraziare per la stima e la considerazione che si è avuto di noi e del nostro blog.
Tuttavia, preferiamo perseguire la nostra linea di condotta che prevede di NON DARE SEGUITO a tali assegnazioni, per un motivo molto semplice: questi premi (per non parlare dei meme che sono ancora peggio) sono un GRANDE SCASSAMENTO DI MARONI!!!
Sono una delle più subdole forme di coercizione che qualche mente perversa che galleggia (e non è un caso che usi il termine galleggia al posto di naviga) nell’infinito mare del web si sia inventato, perché con la scusa che ti si gratifica con un premio, vieni costretto a tua volta a premiare altri, e quindi obbligato a fare una selezione (che non è mai una cosa simpatica da fare, soprattutto perché si suppone che i blog che hai nel tuo blogroll ti piacciano tutti), a scrivere un post che esula completamente dallo scopo del tuo blog, a farti il giro dei tuoi nominati per avvisarli che li hai nominati… e questo può avvenire decine e decine e decine di volte, magari anche per lo stesso premio che ti viene assegnato ripetutamente da blogger diversi!
E torno a ripetere… MA CHE GRANDE SCASSAMENTO DI MARONI!!!
Insomma, non prendeteci per degli ignoranti snob e asociali… siamo felini, quindi è vero che ci concediamo cum grano salis, ma restiamo pur sempre ex-randagi, quindi molto spontanei in ogni nostra manifestazione e, sicuramente, senza la puzza sotto il naso. Apprezziamo la vostra stima e il vostro affetto, ma rifuggiamo da ogni forma di coercizione, peggio che se fosse la FIV o la FeLV!
Portate pazienza e, vi preghiamo, non vogliateci meno bene per questo!

Per farmi, e farci, perdonare, vi lasciamo un paio di foto scattate a tradimento, quando i leoni da guardia sono tracollati per la stanchezza e hanno lasciato cadere… la guardia!!!

DSCN2646

DSCN2649

Honi soit qui mal y pense!!! yellowpaw

03-07-08

Accidentaccio! Anniversario mancato :-(

Cavolo! Il 14 febbraio il blog ha compiuto 5 anni e nessuno se n’è ricordato!!! Io ero troppo presa a fare il cecchino coi Cupidi svolazzanti, l’umana era troppo presa ad aizzarmi contro di loro (ce l’ha a morte co’ quei cosi… dice che hanno una mira pessima, e che ogni volta che s’è trattato di lei, con la freccia hanno sempre colpito una persona nelle immediate vicinanze di quella giusta…), Alex era troppo preso a guadagnarsi il suo secondo nome (per chi se lo fosse perso) e Minnie… vabbé, macchevvelodicoaffà??? lei era troppo presa a fare la spola tra cuccia e ciotola.

Sta di fatto che, ognuno in altre faccende affaccendato, nessuno s’è ricordato che il blog festeggiava il compleanno, o anniversario, o chiamatelo come cavolo vi pare. 5 anni in cui è successo di tutto, e siccome la vita è un continuo divenire, anche il blog ha perso un po’ lo spirito con cui era iniziato, per passare da diario di due micie randagie nate con la camicia (diventati poi tre, SGRUNT!), a occasionale refugium peccatorum dell’umana che non miagola, non ha la coda, è bipede, ma si sente gatta in pectore.

Anche la lunghezza dei post e la diradata frequenza con cui vengono scritti lasciano intendere che è subentrata una sorta di stanchezza e non abbiamo più una gran voglia di starci dietro come all’inizio, però non lo trascureremo del tutto, non per il momento almeno. Diciamo che resterà una specie di pinboard dove ogni tanto, quando ne sentiremo il bisogno, verremo ad appiccicare un post-it che avremo voglia di condividere con voi.

Perciò, anche se in ritardo vergognoso,

5 anniversario

AUGURI BLOG!!!

bluepaw

05-02-08

Non è colpa nostra!

A tutti quelli che, in pubblico o in privato, ci chiedono che fine abbiamo fatto, perchè aggiorniamo poco il blog, perché non lasciamo più commenti sui vostri blog, rispondiamo di non prendersela con noi, non è colpa nostra. Come sapete, noi abbiamo qualche problema a digitare sulla tastiera, perciò abbiamo bisogno di una scrivana che scriva sotto nostra dettatura. Ma se la nostra scrivana è troppo presa a fare i biscotti di Natale allo zenzero, che poi sarebbero questi

Christmas ginger cookiesva da sé che di tempo per stare seduta davanti al computer a scrivere quello che noi le dettiamo non ne ha…

Santa Micetta, ti prego, fà che queste feste passino subito, così la bipede la smette di perdere tempo con queste cose inutili e torna ad essere più disponibile per noi. Ah, e un’altra cosa: noi siamo già esseri perfetti così come siamo, i più perfetti dell’universo, ma siccome tutto può essere ancora migliorato, anche quando sembra non averne bisogno, fà che nell’evoluzione futura della nostra specie sia contemplata anche la crescita del pollice opponibile, così possimo cominciare ad usare da soli queste maledette tastiere!!!

Ancora scusa a tutti gli a-mici che passano a leggerci, e grazie per la vostra costanza e pazienza!bluepaw

28-09-06

E ora chi dovrebbe chiedere scusa???

Vi ricordate quella storia dei rametti spezzati dell’alberello di limoni? Sì, quella faccenda che fece tanto infuriare la bipede che non si sapeva più cosa mi avrebbe fatto se fosse riuscita ad acchiapparmi… se lanciarmi giù dal balcone dritto nelle fauci di Alex-bau, oppure riportarmi sotto il cespuglio dove m’aveva trovato. Quella volta che per poco non le venne un ictus per la rabbia… insomma, ve la ricordate, no?

Bé, è vero che in quell’occasione io fui decisamente monello, ho ammesso la mia colpa e ho chiesto pure scusa alla bipede… sì, insomma, ho chiesto scusa nella mia lingua. Se poi lei l’abbia capito o no è un’altra faccenda. Comunque, è vero che non fu una cosa bella, però intanto guardate qui cosa è successo:

Alberello di limoniEcco, vedete? Si nota perfettamente il punto in cui vennero spezzati i due rametti, però si osserva anche un’altra cosa molto importante: SONO ANCHE SPUNTATI DUE RAMETTI NUOVI!!! Li vedete? Sulla destra è già bello sviluppato, con le foglioline violacee, e sulla sinistra è ancora un germoglio. Insomma, non volendo l’ho aiutata a fare una cosa che anche il vivaista le aveva raccomandato di fare: recidere le cime per far nascere nuovi rametti che crescessero in orizzontale, invece di svilupparsi solo in altezza. Certo, non l’ho fatto con scientificità, ma alla fine quel che conta è il risultato, no?

Ecco… e adesso, secondo voi, chi è che dovrebbe chiedere scusa a chi? Che poi, mi domando io, arrabbiarsi così per un alberello! Va bene, posso anche capire che dispiace, ma diamine, mica avevo fatto qualcosa di irrimediabile! Secondo me quel giorno la bipede stava nervosa anche per altri motivi suoi, perché non ci posso credere che abbia rischiato di farsi venire un infarto per uno stupido alberello!!! bluepaw

OK… OK…

G.G., sei incredibile!!! Tanto hai detto e tanto hai fatto che, nonostante tutto, mi hai indotto a scrivere un altro post. Che comunque è un post di scuse e di precisazione.

Innanzitutto scusa, perché non è che non mi volessi degnare di rispondere alle vostre proteste. E’ solo che dal dì che ho scritto quel post non ho più controllato il blog… sul serio! Soltanto stamattina sono venuta a dare un’occhiata e ho trovato la cazziata del G.G. e tutti i vostri commenti di rammarico!!! Perciò scusatemi tutti, ma non è che volessi essere maleducata.

E ora, la precisazione: il blog NON è chiuso! Come ho già scritto l’altra volta, mi sto solo prendendo una pausa, stacco un po’ la spina! Lo faccio in parte perché mi è venuta a mancare quella carica necessaria a favorire il fluire dell’eloquio dal cervello, attraverso le dita, fino alla tastiera, e in parte perché, venendo meno questa capacità, non ho voglia di star seduta qui davanti a raccogliere i pensieri, tirarli fuori dal brodo primordiale in cui si presentano per riordinarli ed esprimerli in un modo comprensibile. Chiamatelo blocco delle scrittore (che tuttavia mi suona un po’ megalomane!), chiamatela pigrizia, chiamatelo come vi pare, ma purtroppo adesso mi gira così!

A questo punto forse qualcuno chiederà "bene, e quanto durerà questa pausa che hai deciso di prenderti?", e qui la risposta non ve la so dare… dipende: un mese, 6 mesi, un anno… boh! Può darsi che starò dei mesi senza scrivere nulla, poi un bel giorno Alex ne combina qualcuna delle sue e che, per non strozzare lui, preferisco raccontarla sul blog. Fatto ciò poi torno in letargo. Insomma, per come stanno le cose adesso non sono in grado di fare previsioni.

Una decisione antidemocratica che non tiene conto del pensiero dei mici? Allora, Alex è contento perché dice che così finalmente per un po’ non finirà più sputtanato online, Minnie continua a starsene in meditazione sulla sua sedia e l’unica cosa di cui potrebbe veramente sentir la mancanza è la ciotola della pappa, Pepper sostiene che per lei ciò che conta è potermisi accoccolare in grembo… poi, che io stia seduta davanti al PC, stravaccata sul divano a guardare la TV o distesa sul letto a leggere, poco cambia.

Insomma, la situazione è questa. Tutto quel che vi posso dire è di portare pazienza… è un periodo, passerà prima o poi! E comunque grazie a tutti per le vostre parole, per i passaggi sul blog, per l’affetto (che so benissimo non essere per me ma per i miciastri! giggle1). Ne approfitto per augurarvi Buona Pasqua con una vignetta che ho ricevuto proprio oggi (G.G., credo che in special modo piacerà a te!)

Buona Pasqua!

Ah, prima di chiudere, un’ultima cosa all’utente anonimo (o anonimA) che ha lasciato il commento #1 al post precedente: ma partecipavi al forum di Akela? Chi sei? Fatti riconoscere! Guarda che il forum non si è disperso del tutto… c’è ancora un nucleo che resiste, anche se non è più Akela che ci ospita. Puoi iscriverti se vuoi, anche se son cambiate alcune cose, prima fra tutte, sono state stabilite delle regole proprio per evitare che si ripeta quello che era successo sul forum di Akela. Se vuoi maggiori chiarimenti, puoi scrivermi a 3blindmice[dot]mpa[at]gmail[dot]com e ti spiego tutto.

Allora, popolo blogger e non, abbiate cura di voi, e hasta la victoria siempre!!! greenpaw

Mici infermieri

Credo di essere stato perdonato. Sì, a proposito della marachella che ho raccontato nel post precedente… credo che la mia umana mi abbia perdonato. Io ce l’ho messa tutta, da quando s’è beccata quella roba strana che viene a voi umani… com’è che la chiamate? turbolenza? pestilenza?

Pepper: INFLUENZA…

Ecco, l’influenza! Sì insomma, quella roba che vi fa fare in continuazione coff coff e etciùinfluenza, che vi fa appallottolare decine e decine di fazzoletti di carta rendendovi corresponsabili del disboscamento delle foreste amazzoniche, che vi dà quell’espressione ebete con gli occhi strabici e lacrimosi, il naso rosso e i capelli sparati… mi sono spiegato, no?

Bé ecco, da quando lei sta così da alcuni giorni, non ho fatto che starle vicino: mentre era sul divano sotto il plaid le stavo vicino, quando si metteva a letto le stavo vicino… ovunque potessi farle sentire un po’ del mio calore, io le stavo vicino. Tranne la notte scorsa che a letto era veramente agitata e non si riusciva a stare un attimo in pace. Allora ho preferito fare il fregrafo… il gredifro… il frigorifero

Pepper: il FEDIFRAGO…

Ecco, appunto, ho preferito fare il fedifrago e andarmene sull’amaca da termosifone, tanto c’era Pepper ad assisterla… Insomma, a parte questo episodio, mi sono veramente impegnato per farle dimenticare i rametti che ho spezzato e l’arrabbiatura che le ho fatto prendere l’altro giorno!

Pepper: Ah sì? e come la metti col vasetto del pothos che stanotte hai tirato giù dalla mensola alta del bagno e le hai fatto ritrovare per terra?

uh?

Mmmmm… bé, però non s’è arrabbiata… si vede che sta veramente male! purplepaw

Gatti e alberi

Noi gatti amiamo arrampicarci sugli alberi.
In casa non ci sono alberi (eccezion fatta per l’albero di corda e pelouche, ma ora sto parlando di alberi veri, quelli col tronco, i rami e le foglie).
Fuori ai terrazzi non ci sono alberi. Per la precisione: fuori al terrazzo della cucina ci sono due piante di agrumi, una di arance e una di limoni. Ma sono alberelli giovani, arbustelli sottili che stanno cercando di crescere e ritagliarsi il loro spazio nel mondo.

Qualche mattina fa l’umana ha lasciato aperta la finestra cosicché potessimo entrare e uscire liberamente, intanto che lei, al piano di sopra, si preparava per andare al lavoro. Era quasi certa che avrebbe ritrovato della terra sparsa sul pavimento, ma questa è una cosa che non le fa più specie: ormai è rassegnata a lavorare di scopa e paletta ogni volta che ci lascia fuori a prendere l’aria. Mai e poi mai avrebbe potuto immaginare che, in un tentativo tanto maldestro quanto inutile di arrampicarmi sull’arbusto di limoni, avrei finito per spezzare ben due teneri rametti!

La mia umana si è molto arrabbiata… no, di più, si è inferocita… no, di più! La mia umana non mi ha urlato contro la sua rabbia. La mia umana ha RUGGITO!!! In oltre 2 anni, non l’avevo mai vista così fuori di sé. Mi ha rincorso imbufalita al piano di sopra dove ho fatto appena in tempo a nascondermi sotto al lettone, proprio al centro, a distanza di sicurezza dalle sue braccia. Credo che se non ci fossi riuscito e lei mi avesse acchiappato, sarebbe stata la volta buona che mi faceva fare un volo giù, nel giardino dove c’è Alex-Bau, ed io sarei diventato la colazione di un poco socievole pastore abruzzese.

La mia umana è ancora molto arrabbiata con me.
So che le passerà.
Vorrei saper parlare la vostra lingua per dirle che mi dispiace. Vorrei poterle chiedere scusa. Vorrei poter promettere che non lo faccio più… non lo faccio più? Bé, adesso non esageriamo, eh! greenpaw

Pepper prigioniera

Alex: AHAHAH, povera Pepper! Rinchiusa nel bagno come una prigioniera!

Pepper sul davanzale del bagno

Pepper: Guarda che non c’è proprio niente da ridere… avrei voluto vedere te, rinchiuso per 5 ORE là dentro, di notte e tutto solo!

Alex: Bé, ma che vuoi? Tu ti vai nascondendo negli angoletti… lo sai che la nostra umana, prima di chiudere la porta, si dà sempre un’occhiata intorno per vedere se siamo usciti. Ovvio che, se non ti vede, spegne la luce e ti lascia chiusa là dentro. Stupida tu, primo perché ti rendi invisibile, e secondo perché non ti fai sentire dopo che ti ha rinchiusa… niente, non un miagolio, una grattatina alla porta… che ne può sapere l’umana che sei rimasta chiusa dentro???

Pepper: Vabbé, magari non se ne accorge subito, ma dopo non lo vede che non me ne vado in giro, che non sto da nessuna parte?

Alex: Di solito lo vedrebbe… dai, che se n’è sempre accorta quando qualche volta sei rimasta rinchiusa nella stanza degli armadi o in qualche mobile. Stavolta non t’ha detto bene perché è andata a dormire. Del resto lo sai, no? che i due momenti peggiori per rimanere chiusi da qualche parte è la mattina quando se ne va al lavoro, e la notte quando va a letto. Se succede e non se ne accorge, ti devi rassegnare a restare prigioniera per un bel po’ di ore. Per questo devi farti sentire, sennò te saluto!!!
E comunque, non puoi neanche lamentarti più di tanto… sei stata fortunata che quando ti sei finalmente decisa a dare una miagolata stamattina alle 5, lei t’abbia sentito. Col sonno pesante che ha, è un miracolo che si sia svegliata e alzata per liberarti. Poteva andarti molto peggio… potevi restarci chiusa fino alle 7!

Alex e Pepper sul davanzale del bagno

Pepper: Doveva guardare meglio prima di uscire… doveva controllare dietro il water, dietro il bidet. D’accordo che sono piccola, ma se m’avesse cercata se ne sarebbe accorta che stavo ancora dentro. No no e poi no… è stata leggera e superficiale!!!

Alex: Forse aveva solo sonno e voleva andare a dormire…

Pepper: Questo non la giustifica… doveva guardare meglio, PUNTO!

Alex: Vabbé, però poi s’è dispiaciuta. T’ha chiesto scusa un milione di volte, t’ha accarezzata, t’ha coccolata. Dai, che la tua parte di attenzioni l’hai avuta, e pure abbondante. L’hai visto poi che stamattina, prima di uscire, non vedendoti è venuta a cercarti, è pure risalita al piano di sopra e s’è messa tranquilla solo quando ha visto che te ne andavi a spasso. Adesso l’ha imparata la lezione, quanto vuoi tenerle ancora il muso?

Pepper: Almeno fino all’ora della pappa, poi… si vedrà!

Alex: Ma dai, smettila adesso! E poi, ti sei anche vendicata no? Mi pare che quella cacchina che le hai fatto ritrovare sul pavimento del bagno stamattina sia stata una punizione più che sufficiente…

Pepper: Bé, era il minimo! E del resto, se mi scappava, che dovevo fare? Mica potevo crepare?

Alex: No, certo, ma almeno potevi provare a farla nel water, giacché c’eri!!!

Pepper: AHAHAH, spiritosone! Che si stesse attenta l’umana, che se ci riprova, altro che nel water… nel lavabo gliela faccio ritrovare, giuro! bluepaw

Feltri vergognati!

Prima di entrare nel vivo del post, e visto che comunque è di scuse che si parlerà, chiedo scusa a tutti voi che di solito ci leggete se tratterò un argomento così poco in linea con lo spirito di questo blog, ma sono troppo indignata e da qualche parte me devo sfogà!

In un video trasmesso al TG5 stasera, il direttore di Libero Vittorio Feltri ha dichiarato che non dobbiamo delle scuse ad Azouz Marzouk. Egli, infatti, da quando sta in Italia, non si può dire che abbia tenuto un comportamento irreprensibile… è stato in carcere, fatti di droga. Perciò, non merita le nostre scuse, ma tutta la nostra comprensione per la tragedia che si è abbattuta su di lui.

Di certo Azouz Marzouk non sarà un bell’esempio di condotta civile, ma non è neanche un assassino. Purtuttavia, si è visto additare e sbattere in prima pagina come il classico mostro, e questo grazie ai pregiudizi delle persone che non esitano un istante a dar l’avvio alla caccia alle streghe, non appena si trovano di fronte una persona "diversa" da certi paradigmi che una legge non scritta ha stigmatizzato come "normalità". Vittima due volte, per aver perso le persone a lui più care, e per essersi visto addossare la colpa di un crimine perverso che, come poi s’è dimostrato, era di ben altre persone, peraltro ITALIANISSIME.

E secondo te, Azouz Marzouk non avrebbe diritto a delle scuse??? Bé, io non sono d’accordo, e personalmente gli chiedo scusa come hanno fatto i suoi concittadini. Ma non perché io possa aver dubitato della sua estraneità alla faccenda, oh no! Non sono abituata a dare giudizi affrettati, IO… gli chiedo scusa per te, caro direttore di Libero e per tutte le persone come te.

E spero che un giorno non troppo lontano saremo tutti veramente LIBERI… sì, liberi da quelli che pensano e parlano sulla base di semplici pregiudizi… sed libera nos a malo…greenpaw