Cronaca di una mattinata concitata con recupero di felino fuggitivo

Quello che mi è successo stamattina potrebbe tranquillamente diventare la sceneggiatura di una sit-com tipo Will & Grace o Friends giggle
Antefatto: stamattina ho riempito la bottiglia d’acqua per Olive e Batman e l’ho messa fuori la porta di casa, sul pianerottolo, per essere sicura di non dimenticarmi di portarla giù in garage, scendendo per andare al lavoro.
Spiccio tutte le cose che faccio normalmente prima di tornare di sopra a prepararmi, quindi pulire le cassette, dar da mangiare ai gatti, fare colazione etc… fine di tutto, di corsa (sempre de corsa la mattina puff puff! pant pant! caldo ) sopra in bagno aaaaaa… sì bé, insomma… non fatemi scendere in particolari: avete capito, no? giggle
Suonano alla porta!
Ma porc putaine, che tempismo perfetto!!! e mò chi CATS sarà e perché rompe a quest’ora? ma suonare 2 minuti 2 prima, no eh??? bomb
Evvabbé, chiunque sia, mò s’attacca… io me so’ appena seduta!!!
Inizio a sfogliare velocemente facebook sullo smartphone per vedere cosa passa sulle prime pagine dei giornali (embé, ormai è finito il tempo della carta stampata sala di lettura  e poi io sono una che prende molto sul serio le proprie environmental commitments) e d’improvviso sento miagolare, ma forte! miciomiagolo Realizzo che non era nessuno dei miei, era forte sì, ma si capiva che non era dentro casa, e all’improvviso mi s’impennano i pensieri e gli eventi della mattina assumono una fatale concatenazione: la porta aperta per mettere fuori la bottiglia… il campanello che viene suonato… il miàgolo… MERDA, PEPPER E’ SCAPPATA!!! (il pensiero m’è andato a Pepper perché Alex mi stava facendo compagnia in bagno – chi non caga in compagnia… vabbé, la sapete no? rofl – e Minnie col tié che si azzarderebbe ad uscire, e poi lei non miagola così forte).
Insomma, col sangue che mi si era ghiacciato nelle vene, mi appresto a finire quel che stavo facendo e volo giù per le scale, spalanco la porta, guardo fuori, e ti vedo Pepper su un gradino della rampa che mi fissa atterrita.
“Pepper, ma come t’è venuto in mente di uscire fuori??? torna dentro dai, su piccolé, forza!”
Niente, continuava a fissarmi e non si muoveva. Allora vado io e me l’imbraccio… “cavolo però! come sei leggera!!!” Penso vabbé, sarà l’adrenalina che non mi fa sentire il peso. Però era strana… cioè, era lei ma non mi sembrava lei confused … eppure era lei, insomma, a giudicare dai colori, era lei!
Entro in casa, chiudo la porta, mi volto e… CAVOLO, PEPPER! eyes Sì, cioè, Pepper Pepper, la MIA Pepper, affondata come al solito nel cuscino dello schienale del divano.
Ma CATS! se Pepper sta lì, allora tu chi CATS sei???
Faccio un rapido ragionamento, e concludo che non può essere altri che il gatto di Nino, quello del secondo piano.
Volo giù, suono il campanello, lui mi apre la porta (in mutande hide ) e gli chiedo “ma è tuo ‘sto gatto?”, e lui di rimando “e come ha fatto ad arrivare da te???”
“Ah, non chiederlo a me! io so solo che me lo stavo pure prendendo perché somiglia così tanto a una delle mie, che credevo fosse lei!”
Siccome questo gatto sta spesso fuori al terrazzo, e già una volta quest’estate, quand’era piccolino (sapete che non so neppure se sia maschio o femmina?) è precipitato giù facendosi MOLTO male cry , ma ora per fortuna sta meglio, anche se non ha perso l’indole da fuggitivo, Nino ha dedotto che evidentemente dal terrazzo era saltato giù, e poi era rientrato dal portone aperto, solo che non sapendo quale fosse la porta di casa sua, è arrivato su su da me.
Insomma, tutto è bene quel che finisce bene: il gatto fuggitivo è tornato a casa, e Minnie Pepper e Alex hanno tirato un sospiro di sollievo. Sì, perché dovete sapere che, in tutto questo marasma, quando mi hanno visto entrare in casa con questo gatto in braccio, avevano un’espressione a metà tra l’atterrito e l’inCATSato, per la serie “macchecceriprovi??? maancoranonlhaicapitochenonvogliamoaltriintrusitralezampe?!?”
Diciamo che pe’ stavolta j’è annata bene! wink
Però nun se po’ ffà ‘sta vita, alla mia età faint

Annunci

2 thoughts on “Cronaca di una mattinata concitata con recupero di felino fuggitivo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...