Nuovo standard di razza felina: lo STRAY CAT

Cari a-mici, vi è mai capitato di leggere lo standard di qualche razza felina? Sì, sapete, quei protocolli stabiliti da non si sa quali sapientoni per determinare se un esemplare di gatto è più o meno puro e in che misura è rispondente ai requisiti richiesti, per l’appunto, da questi standard.

Se non ne avete mai letto uno, potete fare una capatina sul sito dell’ANFI, così ve ne fate un’idea. Un’amica della nostra mamy l’ha fatto, voleva vedere a che descrizione corrispondesse una rarissima specie felina che un’amica di sua madre si vantava di avere, il Devon Rex

Devon RexLa lettura di tale standard le ha dato l’ispirazione per istituirne uno nuovo, quello del Gatto Randagio, denominato anche in maniera più raffinata Stray Cat.

ZAMPE
Quattro, preferibilmente disposte due davanti e due dietro. Sono accettati esemplari a tre zampe purchè il numero delle zampe moltiplicato per il numero delle vibrisse sia superiore a 6. La presenza invece di 5 o più zampe è a rischio squalifica, tranne nel caso di gatti provenienti dalle vicinanze di centrali atomiche, nel qual caso la presenza minima di zampe è pari a 7.  
 
ASPETTO GENERALE E CORPO
Ammesse le taglie piccole, medie e grandi, tuttavia un peso superiore ai 20 kg non è ammesso tranne nel caso in cui anche gli stessi padroni siano obesi, nel qual caso il peso massimo del gatto è elevato a 25 kg.
 
TESTA
I requisiti minimi sono: faccia pelosa e alito che sa di tonno. La testa può essere di qualsiasi forma: tonda, ovoidale, a pera, quadrata, triangolare. Fanno eccezione solo le teste di caXXo, che concorrono in una categoria a parte.
 
ORECCHIE
Lo standard della razza impone orecchie rigorosamente a punta. Sono considerati difetti le orecchie da somaro e le orecchie da elefante. Punti aggiuntivi verranno assegnati ad esemplari che mostrano di fare spesso “orecchie da mercante”.
 
OCCHI
Grandi e ben aperti, tutti i colori sono accettati. Il numero ideale è 2 ma sono anche accettati gli esemplari “mono-occhio” purché rispondano al nome di Polifemo. La presenza di un terzo occhio è tollerata ma solo negli esemplari di provenienza orientale.
 
CODA
Lo standard di razza è rigidissimo. Sono accettati solo esemplari la cui lunghezza della coda risponda alle seguenti caratteristiche: si misuri la distanza tra le due orecchie (nel caso di mancanza di un orecchio si misuri la distanza tra il naso e l’orecchio rimasto). Si moltiplichi per il peso specifico dell’uranio (per ragioni di par condicio si accetta sia l’uranio arricchito che l’uranio impoverito). Si sottragga l’anno di nascita del gatto (su 4 cifre). Aperta quadra aperta tonda. Tutto sotto radice cubica. Costruire un quadrato sull’ipotenusa. Disfarlo e rifarlo un paio di volte magari usando materiali diversi (a volte legno, a volte compensato) per vedere quale risulta più gradito. Si moltiplichi il tutto per 5. Se il risultato è un numero pari l’esemplare è squalificato se è dispari no (ma anche viceversa).
 
MANTELLO
Ammesse le varietà a pelo corto, semilungo e lungo. Il pelo deve essere liscio. Non è accettata (pena la squalifica) la permanente o i colpi di sole. Tutti i colori sono ammessi tranne il fucsia e il verde metallizzato.
 
CARATTERE  
Il vero randagio doc si può presentare in sole due varianti: micio dolcissimo o stronzo patentato. Qualsiasi variazione da questo comportamento standard deve essere considerata una pericolosa deviazione della personalità e come tale curata dal veterinario-psichiatra.
 
APPETITO  
Anche qui, come nel carattere, non sono ammesse vie di mezzo. O il gatto è una vera fogna che si nutre di tutto ciò che trova nella ciotola oppure è una bestia orrendamente schizzinosa capace di rifiutare pappa di qualsiasi marca presente sul mercato. Gli esemplari più virtuosi rifiuteranno anche petto di pollo, carne trita e qualsiasi prelibatezza che verrà cucinata per loro con amore. Sarà particolarmente apprezzato (a insindacabile giudizio dei giudici di gara) se una volta messo il cibo nella ciotola, il felino adotterà l’espressione sdegnata di “ma cos’è ‘sto schifo?” e disgustato girerà i tacchi (pardon i cuscinetti).
 
RIPRODUZIONE 
Al fine di preservarne la purezza, si prega di non far accoppiare il randagio con esemplari non della stessa razza, anzi si prega di non farli accoppiare affatto, per evitare il fastidioso fenomeno dell’inbreeding, non per altro. 
 
SCALA PUNTI 
Gatto raccattato per strada punti +100 
Gatto preso al gattile punti +100 
Gatto preso dall’allevatore e pagato fior di quattrini punti -100 
Gatto preso in negozio e pagato fior di quattrini punti -200 
Gatto preso perché malaticcio e sfigato punti +300 
Gatto mancante di qualche arto/occhio/orecchio/coda etc. punti +300 
Gatto preso perché vecchio e non lo voleva più nessuno punti +300 
Gatto/a fatta sterilizzare prima che produca danni punti +100

Ho osservato con grande piacere che sia io che Minnie e Pepper rispondiamo a tutti i requisiti, per cui possiamo fregiarci del pedigree e considerarci purissimi esemplari di razza Stray Cat… bé, ex-stray! big grin C’è solo una cosa che mi piacerebbe sapere, così, per curiosità: siccome pare che per la mia umana io abbia la testa di caXXo, vorrei sapere qual è la categoria a parte nella quale posso concorrere…giggle

Un sentito grazie ad Ally, l’amica della nostra mamy, che in un momento di impetuosa ispirazione ha buttato giù questo capolavoro di arguzia ed umorismo, di cui detiene la proprietà creativa e ogni diritto di copyright. Noi abbiamo chiesto ed ottenuto da lei formale autorizzazione a riprodurlo qui sul nostro blog, e se qualcuno di voi volesse contribuire alla sua divulgazione, vi preghiamo gentilmente di citare sempre la fonte originale. GRAZIE ALLY, SEI GRANDE (e lo sarai di più quando ricomincerai a scrivere sul tuo blog)!!! purplepaw

Annunci

9 thoughts on “Nuovo standard di razza felina: lo STRAY CAT

  1. L’ho riletto per la seconda volta… rido, rido e rido… che altro devo fare???
    Beh, ho degli Stray Cat di puro sangue e ne vado fiera ^___^
    Tante fusa all’allegra brigata felina ed alla loro deliziosa umana…

  2. Che altro fare se non come LussyLu? Anche noi micionzi di Prato corrispondiamo alla razza Stray Cat, ma non ci sentiamo inferiori a nessun altro a-micio. Non vi dico le risate della principessa quando ha letto il post. Alex, a-micio mio, se la tua umana dice che sei una testa di lazzo non darle retta. Di sicuro è INVIDIOSAAAAAAAAAAAAA
    (Giorgio gattone nero di prato)

  3. Ciao TRIO PELOSO + Umana,
    beh! Qui da VOI, se uno è un po’ giù, lo fate proprio ritornare sù, con tutte queste notizie amene…..
    La ridarella m’avete fatto venire, mentre leggevo tutte ‘ste assurdità : ma non si finisce mai di stupirsi della stupidità degli esseri umani, bisogna ammetterlo !
    Meno male che voi rientrate nella categoria giusta e non avete da stare in pensiero : STRAY CAT, ma si può ???
    Nel frattempo, offro una fumante tazza di caffè alla vostra umana, un abbraccio stritoloso, tante coccole a VOI e la BUONA GIORNATA : alla prossima……….Francesca

  4. P.S. La coda di un fratellino di Nocciolina è piegata in 3 punti… è fuori dal canone? E’ un multicolor bianco/nero ma come sua madre ha 2 nodi alla coda..la vet dice siano originari come i siamesi…sarà…ma sono bianchi e neri!!!!

  5. ahahahah fantastico lo standard del gatto randagio!!! mi son piegata dal ridere, soprattutto per la categoria testa di caXXo 😀
    complimenti a te e ad ally 😀
    mille baci
    Annina

  6. grazie, grazie, troppo buoni …
    @ Lussylu: non solo la coda peigata in 3 punti è ammessa, ma è anzi segno di grande distinzione! Ma è nato così o si è conquistato i nodi in battaglia? Perchè come tu ben saprai, essendo un’estimatrice di questa bellissima e rarissima razza, piu’ un gatto porta su di sè i segni della battaglia e piu’ guadagna punti!
    Un occhio cavato in battaglia: 10 punti
    Un orecchio mozzato da un morso: 15 punti
    e via dicendo ….
    comunque ieri stavo seguendo un forum di gatti di razza (ormai sono drogata, raggiungono certe vette di comicità involontaria che secondo me nemmeno a mettersi a tavolino si otterrebbero risultati migliori) cmq dicevo, in uno di questi forum una povera crista ha postato la foto di un suo gatto (nn mi ricordo di che razza) e un’altra utente le ha detto : “questo gatto non mi piace, mi chiedo come tu possa averlo portato in esposizione! che coraggio!” e l’altra “perchè cosa ha che non va” e la prima balenga: ” ma come cos’ha?? ha le orecchie troppo grandi (o troppo piccole, nn mi ricordo), la testa troppo triangolare (o troppo poco), il muso poco (o troppo) pronunciato etc…”.
    La prima utente, quella che ha postato la foto, invece di risponderle “ma che caXXo dici, sei ubriaca?” l’ha ringraziata, dicendo che lei non è molto esperta per cui la ringrazia dei suoi consigli … ma si puo’??????? E’ TUTTO VERO! sono tra di noi!!

  7. @ allylally: non ho parole, sono davvero troppo basita!!! 😯
    minpepp, fiero ostaggio di 3 mici di purissima razza bastarda, belli come il sole, simpatici come i comici di Zelig e dolci e affettuosi come una coppa di fragole con la panna!!!

  8. Non ho capito perché la mia mamma leggendo questo è caduta dalla sedia cominciando a ridere a crepapelle e tenendosi la pancia! Mah, gli umani sono fuori di cucuzza!
    Comunque..che bello finalmente appartenere a qualcosa :3

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...