E poi dicono cani e gatti…

Reyal è un micio parmense… o parmigiano? Vabbé, di Parma. Un tigrato bellissimo, simpaticissimo, giocherellone e molto, molto Reyal coccolosomonello… come Alex insomma!

Due sere fa, Reyal è scappato di casa. Probabilmente è saltato giù dal terrazzo dell’appartamento al primo piano dove vive con la sua famiglia umana e altri due pelosi: la micetta Angel che somiglia tantissimo a me, e la chihuahuina albina Frida. Non che fosse aduso a saltar giù dal terrazzo, ma in passato l’aveva già fatto un paio di volte, e si vede che c’ha voluto provare di nuovo.

Immediatamente sono scattate le ricerche, non senza una grande trepidazione, dal momento che poco distante c’è la tangenziale, trafficatissima e pericolosissima. L’hanno cercato in ogni anfratto, sotto ogni cespuglio, alla luce del giorno e la sera con le torce elettriche, agitando rumorosamente la busta di crocchi nella speranza che servisse da richiamo, ma del bellissimo Reyal non c’era traccia.

Oggi nel pomeriggio è scattata una nuova ricerca che ha visto radunate lePongo l'eroe forze degli umani e del cugino cagnone di Reyal: Pongo, un meticcio tutto nero che ha diviso tanti momenti e tanti giochi col pesticiattolo miagolante. Senza un particolare addestramento nella ricerca di mici scomparsi, appena liberato Pongo si è messo a correre nei campi che stanno dietro alla palazzina dove vive Reyal, inseguito dagli umani che gli avevano affidato la loro ultima speranza di ritrovare il micio scomparso. E corri corri per circa un paio di chilometri, finalmente Pongo si ferma e comincia ad abbaiare ad un cespuglio. Raggiunto dagli umani, questi hanno sbirciato sotto il cespuglio che aveva attirato l’attenzione del cagnone, e finalmente hanno visto coronato dal successo le loro estenuanti ricerche di Reyal. Lui era lì, accartocciato e spaventatissimo, ricoperto di escoriazioni e dolorante per due zampette immobili e molto gonfie.

La gioia del ritrovamento è stata enorme, ed è stata subito seguita da una corsa dal veterinario per stabilire le sue condizioni di salute. Purtroppo era molto malconcio: le due zampette gonfie erano fratturate. Una, quella posteriore, in modo molto grave, ma per fortuna non si sono riscontrate lesioni interne. Si è ipotizzato che fosse stato investito da un’auto o uno scooter, ma come siano effettivamente andate le cose nessuno lo saprà mai.

Ora è ricoverato nella clinica veterinaria, sotto sedativi, e sicuramente dovrà essere operato alla zampa posteriore, ma quello che conta è che sia stato ritrovato VIVO, e questo grazie all’amore incommensurato e il fiuto formidabile del suo cugino cagnone Pongo. Se non fosse stato per lui, forse Reyal sarebbe morto di fame e freddo lì, sotto quel cespuglio, impossibilitato a muoversi a causa delle zampine fratturate.

Pongo è un eroe a quattro zampe, e anche se nessuna celebrazione ufficiale lo riconoscerà mai come tale, lui è e rimane un eroe per tutti quelli che gli vogliono bene, e che vogliono bene a Reyal. Altro che cani e gatti… ce ne sarebbero di umani che dovrebbero prendere esempio da Pongo! E speriamo che, dopo questa brutta esperienza, a Reyal sia passata ogni velleità di fuga! Per fortuna che noi abitiamo al 4° piano… col cavolotié che ci verrebbe in mente di saltare giù!!! purplepaw

Annunci

12 thoughts on “E poi dicono cani e gatti…

  1. Pensa se anche gli umani imparassero che la generosità non ha bandiera, nè colore di pelle che bel mondo sarebbe?!
    Comunque sono sempre più convinto che dai cosidetti “animali” ci sia solo da imparare, ed anche molto 😉
    Un abbraccio, una carezza e auguri a Reyal e un BRAVO a Pongo.
    Ciao ciao

  2. Grazie! Non potevi descrivere la nostra “brutta” vicenda meglio di così!!! Pongo è stato davvero fantastico; non esagero a dire che aveva percepito perfettamente la nostra disperazione per la fuga di Reyal e voglio pensare che anche lui come noi era ansioso di ritrovare il suo caro compagno di giochi! Oggi pomeriggio il mio dolce miciotti verrà operato alla zampina, è positivo che non abbia altre lesioni più gravi! Sono ancora in ansia ma tanto contenta di averlo trovato ancora vivo. A presto gli aggiornamenti spero più che buoni.
    P.S. Angel e Frida si coccolano a vicenda sul lettone…che tenere quasi sentissero la mancanza del loro fratellone…..

  3. La nostra umana era molto in ansia per Reyal. Poi ci ha raccontato del ritrovamento fatto da Pongo, un vero eroe!
    Questo vuol dire che quando Geremia aiuta la nostra umana a cercarmi e mi stana da sotto i cespugli dovrei essergli riconoscente? Sì, vabbé, ho imparato la lezione: i nostri cugini cani non sono solo rumorosi, possono salvarci la vita con il loro fiuto!
    Zip
    P.S. Geremia, ho scritto praticamente tutto quello che mi hai ordinato, adesso smettila di baciarmi!

  4. EH EH TU CI SCHERZI (ops maiuscolo)..chissà che ad USO non piaccia davvero la neve..con quella codona me lo immagino zompettare tra le montagnette di neve..:-)

  5. Sono contento che Reyal sia stato ritrovato, chissà che paura. Che bravo Pongo, ma che cos’è?? Non ho mai visto un essere così…che odore ha?
    Sapete, anche io sono molto curioso, ho sempre voglia di esplorare nuovi posti, mia mamma infatti ha paura che quando andremo nella casa nuova, dove ci saranno terrazzi enormi e possibilità di raggiungere altri tetti, io e la Winnie ce ne andremo a zonzo..chi lo sa! Tutto può essere :3 Però mi dispiacerebbe allontanarmi dai miei. E dal bel lettone comodo comodo. Ron roooon roooon.

  6. Ciao Concetta + Trio Peloso,
    gli animali ci danno sempre lezioni di Vita : molti dovrebbero prendere esempio dai loro comportamenti altruisti e disinteressati……
    BRAVO Pongo e fortunato Reyal ad avere un cugino dal fiuto sopraffino come LUI : speriamo si rimetta presto, gl’invio un po’ d’Energia Felina, che non guasta mai…….
    A voi un grande abbraccio e tantissimi grattini affettuosi………M.C.Francesca

  7. Ciao a tutti; il mio tigrotto si sta riprendendo bene anche dall’intervento chirurgico subito sabato. Non so ancora quando potrò portarlo a casa ma siamo tutti fiduciosi …..
    A proposito…si può dire che Reyal sia un gatto parmigiano (proprio come il formaggio) poichè questa denominazione ( doc…eehehehehe) è utilizzata quando il soggetto risiede nel perimetro “cittadino” mentre parmense è utilizzato per gli abitanti della provincia di Parma ! Miaooooo

  8. AHAHAH zia Trilly, Grazie per la precisazione! 😉 Sai, stando con Minnie la Dotta sto diventando bravina pure io, ma che vuoi, ogni tanto qualche dubbio sulla correttezza delle cose che scrivo mi viene ancora! ;-DDD
    Grazie per gli aggiornamenti su Reyal, noi qui siamo tutti contenti di sapere che il decorso post-operatorio sta andando bene e speriamo che te lo possa riportare a casa al più presto.
    Quando torni da lui, dagli tante leccatine da parte mia e di Alex e Minnie, e carezzine da parte dell’umana!

  9. bellissima storia:) anche perchè ho letto che il micio si sta ripendendo.Già…abbiamo solo da imparare
    Un bacione a tutti
    cinzia
    p.s. Furby ringrazia 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...