Zie e robot

Zia V.: “Sai, si avvicina il Natale e ti voglio fare un regalo, e siccome ti devo ancora regalare qualcosa per la casa nuova, volevo chiederti se c’è qualcosa in particolare che ti serve.”
 
Mamy: “Ma no, zia, che mi vuoi regalare? Non ti stare a preoccupare!”
 
Zia V.: “Ma io ti voglio regalare qualcosina, che ne so… un oggetto utile per la casa. Magari un piccolo elettrodomestico. C’è qualcosa che ti manca?”
 
Mamy: “Mah… nooo, non direi. Mi sembra di avere tutto quello che mi serve: il frullatore a immersione, la grattugia elettrica, il forno a microonde, il tostapane, lo spremiagrumi, l’aspirabriciole, il robot…”
 
Zia V.: “Il ROBOT?!? E cos’è il robot? Che ti fa?”
 
Oh! Oh! Zia V. non sa cosa sia un robot da cucina… allora adesso mi diverto un po’!!! ammiccamento
 
RobotMamy: “Cos’è un robot? Ma… è un ROBOT! Mai visto un film di fantascienza? Sai, quegli omini meccanizzati con tutte le lucine che si accendono e si spengono, che ti parlano con una voce sintetica ed eseguono tutti gli ordini che gli impartisci???”
 
Zia V.: “E il tuo ti parla pure?”
 
Mamy: “Certo! Mi chiama signora e mi dà del lei, proprio come un maggiordomo in carne ed ossa d’altri tempi! Fa tutto quello che gli chiedo e alla sera, quando vado a dormire, lui si attacca a una presa di corrente per ricaricare le batterie e si mette in stand-by. La mattina dopo il timer gli dice che è ora di rimettersi al lavoro, e allora lui si auto-accende e comincia a sfaccendare!”
 
Zia V.: “Geesùùùùù, quante cose s’inventano, e come sono rimasta indietro io!!! E quanto t’è costato un gioiellino così?”
 
Mamy: “Bé, non è costato proprio pochino, ma conviene se si pensa a quanto si risparmia dopo: innanzitutto niente stipendio alla colf, né fisso né a ore, niente ferie, niente tredicesime, niente TFR… non s’ammala mai, è sempre a disposizione tutti i giorni 24 ore su 24 e non ti frega scrivendo sul calendario che ha fatto 4 ore mentre magari ne ha fatte 3 e mezza! Non ho ancora fatto conti precisi, ma secondo me ho già ammortizzato il costo d’acquisto.”
 
Zia V.: “E che aiuto ti dà in casa… cosa è in grado di fare, esattamente?”
 
Mamy: “Cosa è in grado di fare??? TUTTO! La mattina mi fa il caffècoffeee me lo porta a letto, quando scendo trovo la tavola apparecchiata con la colazione. Cucina come un vero cuocochef , pranzo e cena… primi, secondi, contorni, dolci… e poi lava pure tutti i piatti! Però non gli lascio maneggiare la cristalleria e le porcellane pregiate perché, siccome ha le ganasce al posto delle mani, ho paura che me le frantumi.
Dopo cena mi chiede se voglio un liquore o un dolcetto e me lo porta davanti alla TV. Pulisce e cambia la lettiera nelle cassettine dei gatti, rifà il letto, mi tiene in ordine gli armadi e i cassetti. Mi innaffia i vasi e spazza i pavimenti dei terrazzi. E mi tira a lucido tutta la casa: passa l’aspirapolverevacuum, lo straccio, spolvera, lava i vetri, fa il bucato sia a mano che con la lavatrice, stende i panni e me li stirastira… TUTTO! C’è solo una cosa che non posso fargli fare: la spesa, perché non sa leggere la bilancia e allora lo fregano sul peso… E non finisce qui! Se la cava anche a fare lavoretti tecnici da elettricista, idraulico, falegname… piccole cose, certo, ma intanto non ho più il fastidio di chiamare qualcuno da fuori quando mi serve!”
 
Zia V.: “Mi sembra tutto così inverosimile… ma non è che mi stai prendendo per ilmoony???”
 
Mamy: “Ma chiii??? III-OOOOO?!?!?”angioletto
 
Senti mamy, lasciatelo dire: sei proprio una grande shit ! Non si prendono in giro così le vecchiette un po’ ingenuotte!!!non si fa E poi dice che i puzzoni siamo noi, che sfacciata!!! yellowpaw

Annunci

13 thoughts on “Zie e robot

  1. Andiamo Pepperina, Mammy ha solo voluto scherzare. Vedrai come ci resterà sorpresa quando Stellalpina gli farà sapere che il robottino (alias G G) ce lo ha per davvero e non ha bisogno nemmeno di metterlo sotto carica la sera perchè si ricarica senza nemmeno la spesa per la corrente. Ciao Pep, un ronfino per te e per il mio a-micio Alex. Naturalmente ossequi a sua signoria Minnie (Giorgio, gattone nero di prato)

  2. Sei tremenda concetta! xò mi hai fatto ridere di cuore, soprattutto immaginando il robot che si fa fregare sul peso al mercato! donatella

  3. Ciao Concetta + Trio Peloso,
    ma che buontemponi che siete TUTTI lì di casa : povera Zia V., l’avete proprio presa per il bavero per benino………
    Ah,Ah,Ah, non si fa ! ! !
    Comunque dove si può comprare ‘sto ROBOT? NE VOGLIO UNO ANCH’IO : MI URGE, NE HO UN BISOGNO ESTREMO ( ho capito, lo chiederò a Babbo Natale, nella letterina che ancora non ho spedito, al Polo Nord…….) con tutti i miei acciacchi e le mie continue defaiance…….
    Comunque ringrazio tantissimo per l’adesione all’iniziativa alla quale sto dando risonanza sul mio Blog : di solito non lo faccio, ma quando mi toccano le TRADIZIONI, mi crescono i baffi !
    Vi lascio un caldo abbraccio, tanti grattini affettuosi ed a prestissimo……..M.C.Francesca

  4. molto divertente questo tuo post
    ho letto un tuo commento da Mammachioccia
    anch’io sono nata in USA da genitori italiani-ora sto qui in Italia dal ’82 anno in cui mi sono sposata
    piacere di conoscerti
    daisi

  5. ahhhhhhhhhhhhh
    ora capiscooooooooooooo!

    ahahahahahahahahahahh

    beh…se mi vuoi fare un regalo per Natale :p ringrazio in anticipo^^

    ps… ora pero’ voglio sapere come è iniziata eh…o me lo scrivi o domani ci sentiamo 😀

  6. Ciaoooo Folla,
    allora d’accordo : aspetterò la versione più aggiornata del ROBOT e comunque dovremo metterci in fila perchè qual’è quella donna ( ma credo anche qualche maschietto…..) che non se lo comprerebbe VOLENTIERI ???
    Sono disposta anche ad accendere un Mutuo pur di averlo……Eheheheheh……..
    BUONANOTTE ed a prestissimo…….Francesca

  7. Per leggere i miei post prova ad evidenziare lo scritto-faccio così quando mi capita la stessa cosa in altri blog.
    Quindi nel ’66 siete tornati tutti in Italia? Io ho i genitori a Brooklyn e mia sorella abita a Staten Island-è piccolo il mondo, vero? Come mai siete tornati?
    buona giornata
    baci
    daisi

  8. E’ vero che io ho già il mio robot personale, ma è indisciplinato e un pò menefreghista, anche a me servirebbe uno ubbidiente e che non fà storie, perciò aspetto con ansia la produzione industriale di codesto oggettino

  9. Certo Concetta,
    hai proprio indovinato : era la Chiesa del Sacro Cuore !
    Era a circa trecento metri da casa nostra e ne ho un bel ricordo: peccato che poi l’hanno ristrutturata, dandole una ventata di modernità, che sinceramente non m’è andata giù e le ultime volte che sono tornata da quelle parti, non ci sono più entrata; sembrava un’altra Chiesa !
    Alle volte è meglio lasciare intatti i ricordi, sono quelli che ci fanno tirare avanti, in certi momenti difficili………
    BUONANOTTE carissima ed a presto……..Francesca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...