Katzenzungen, ovvero, chi la fa…

… l’aspetti! Twisted Evil

O, se preferite, andò per fregare, e rimase fregata! Chi? ma l’umana nostra, è ovvio! Sentite un po’ questa, è da schiantarsi! Allora, l’umana era rientrata al lavoro dalle ferie e, pochi giorni dopo, ricevette un pacchetto postale indirizzato a lei personalmente. Sapete, una di quelle buste gialle imbottite… L’aprì, e vi trovò alcune piccole leccornie da parte di una coppia di amici che erano stati in vacanza in una regione dell’Alto Adige. Tra queste, una scatola di cioccolate con dei deliziosi micetti sul coperchio, e la scritta Katzenzungen che campeggiava a grandi lettere.

Katzenzungen

Poiché lei occupa la stanza con altri due colleghi, volle dividere il piacere di questa sorpresa con loro, per cui aprì la scatola di cioccolate e le offrì. Dopo un po’ arrivò un altro collega, e poi un altro ancora e, inevitabilmente, offrì a ognuno di loro una cioccolata.

Giunse poi una collega che, quando vide di che cioccolate si trattavano, gridò "mmmhhhh, le lingue di gatto! che meraviglia, da bambina le mangiavo sempre!" (aveva vissuto per molto tempo in Germania, ecco perché le conosceva bene). L’umana chiese "lingue di gatto? è così che si chiamano?" e la collega di rimando "essì… Katzenzungen, non hai letto sul coperchio?" In effetti l’umana, che da giovane ha studiato il tedesco, avrebbe dovuto sapere, ma in realtà, pur avendo afferrato il significato del Katzen, non ricordava affatto cosa fossero le Zungen. Comunque, non ha importanza… quello che conta è che tutta questa disquisizione linguistica avvenne in presenza di un altro collega ancora, che nel frattempo era giunto e si era servito anche lui una Katzenzunge.

Questo stesso collega, spettatore del colloquio, un paio di giorni fa è tornato dall’umana e, scusandosi per la faccia tosta, le chiede se per caso le era avanzata una di quelle cioccolate di qualche giorno prima. L’umana gli risponde di sì, ma che se ne voleva una, doveva guadagnarsela.

"E che vuoi che faccia?", le chiede lui.

"Mi devi dire come si chiamano", risponde l’umana.

"Lingue di gatto!", risponde prontamente il collega, e l’umana

"Seeeeee! non vorrai mica cavartela con così poco! Devi dirmi come si chiamano in tedesco!"

Il collega ci pensa un po’ su, e poi le fa "KAZZENKULEN!!!"

Il viso dell’umana assunse allora tutti i colori delle spettro, e la sua espressione divenne così shocked1 poi così blush e infine così Rolling Eyes… e poco mancò che facesse anche così capitombolo. Senza profferire una parola, lasciò che il collega si servisse una cioccolata e, appena uscì fuori dalla stanza, lei e gli altri due colleghi scoppiarono in una fragorosa lollissimo durata più o meno un quarto d’ora.

La scatola con le ultime lingue di gatto ora sta a casa, e nell’aria aleggia una promessa solenne dell’umana: "non lo faccio più, credetemi… mai più!!!" improntagialla

Annunci

14 thoughts on “Katzenzungen, ovvero, chi la fa…

  1. Cicciniiiiiiiii… ma la vostra umana ne combina + di bertoldo… e che bella combriccola!!
    Avverto che domani Pippi va in una nuova casina, è il micio nero.
    Lo prende il capo (donna) di un nostro amico, e volevo raccontarvi di lei, o meglio del suo micio…
    L’ha trovato un annetto fa, x strada, e quando tentava di camminare non stava in piedi, era piccolo piccolo e tutto rosso… la sua umana preoccupata lo porta dal veterinario e si scopre che cammina sulle zampine ma al contrario, non sul palmo dal lato opposto e gli arti non lo reggono.
    E lei guardando il veterinario intimorita gli ha chiesto se era da sopprimere o si poteva fare qualcosa, e lui le dice che è sanissimo, solo che ha subito un trauma “psicologico” da parto o post… quindi cheta cheta lo riporta a casa, lo cura, se lo coccola ed ora ha un annetto.
    Dice che si capiscono con un miao… e ci credo!
    Sia x pappa che sabbietta.
    Poi…si chiama gatto!!
    Lei le aveva dato nomi carini e lui non rispondeva mai, allora un giorno gli dice GATTO e lui si volta, da allora Gatto è sempre stato con lei, e sì, dorme onorem sul letto con lei e fiansè.
    Un micio fortunato che ha tanto tanto amore.
    E ora la sua mamma adotta un nostro micino..il suo è mancato pochi mesi fa, quindi ci pensiamo noi!
    Volevo dividere con voi queste gioie, sicura che mi capirete.
    Ah, i piccoli hanno aperto gli occhi, il panda a metà… dopo gli ripasso l’acqua borica se no domani vet…
    non si aprono proprio, c’è solo un forellino.. e la striscetta occhi c’è…
    Se non andasse ci penso io, e resta con me.
    Tante fusa a tutti…e scusate se sono stata prolissa, ma sono contenta di tante gioie!

  2. Ma siete pettegoli voi pelosi, sempre a sparlare l’umana vostra, e che sarà mai, scambiare ceci per fagioli o zungen con Kulen, col tedesco può capitare. Abbracci e baci sparsi per tutti.

  3. ahahahhahaaha volevo copiarla ed incollarla la parola ma qualcuno mi ha bacchettato ihihihih

    mmmmm…. quel posto non mi è nuovo…forse l’ho visto in cartolina? ^_*

    io le cioccolate le ho gia’ finite da un po’….ma erano piemontesi 😛

    ad averne di Amici cosi’ eh….dolcissimi!!!!!!!!!!!!
    peccato che ogni tanto spariscono dalle pagine ihihihihihihih 🙂

    ^^

  4. Certo che questi umani sono, a volte, straordinariamente buffi.Cosa ci troveranno in questi cioccolatini CatzenKulen. Fossero crocchi. Bo!! Ma che hai princisbecca dei miei zampini? Ma lasciami, perchè vuoi impedirmi di scrivere? Dici che sono il solito tonto? Ma perchè? Cosa ho detto che non va? Oh Mamma Mia!!

    Giorgio (gattone nero di prato)

    E poi dice che capisce le cose al volo dopo una sola settimana
    Elisa (principessa di PiroChiazzanoLandia

  5. …l’avevo già pensato dal nome della scatola di cioccolatini che si trattava di qualcosa di un sexy shop….immagino che i tuoi amici in trentino so stati tutto il tempo a mangiare frufrù…..altro che le passeggiate sul Pordoi!…oi oi oi
    ;OPPPP

  6. ma x’ trattate male la vs umana?
    a voi non è mai capitato di fare brutte figure con i vs. amcici pelosoni????? ma che brutte birbe siete! x’ siete anche tanto ma tanto carucci!
    buon w.e. a voi e a quella santa donna della vs. mamma umana

    enelya

  7. Ciao Concetta+Trio Peloso,
    questa volta ” QUEGLI ” Amici sono in Irlanda e spero tanto non riportino delle altre cioccolate con nomi così difficili come quelle ( mio marito se n’è fatta fuori un’intera scatola e tutta da SOLO, visto che io soffro di Diabete ! )…..
    Sono atterrati in buona salute alle ore 13,06 ora italiana ed ora stanno scorrazzando per la Verde Isola, beati loro !
    Nel frattempo noi siamo giunti al PRIMO Fine Settimana di quest’ Autunno 2006 : Vii auguro sinceramente di passarlo in Armonia e Serenità !
    Un grande abbraccio affettuoso, grattini sospirosi e che l’ Energia non V’abbandoni MAI……M.C.Francesca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...