Attenti all’animale!

Attenti all’animale!

Dal Corriere della Sera – 07 aprile 2005
Quali e quante sono le patologie trasmesse. I consigli degli scienziati
Malattie trasmesse da animali, paura in Usa

Dodici bambini della Florida infettati dopo aver visitato un "petting zoo": uno di loro è morto. Al via una campagna d’informazione

NEW YORK – La settimana scorsa 12 bambini della Florida hanno sviluppato un’infezione batterica dopo aver visitato un “petting zoo”, uno zoo “interattivo” dove ai bambini è consentito accarezzare gli animali. Almeno sette di questi bambini hanno poi sviluppato un’insufficienza renale, ed uno di loro è morto.
La notizia viene in un momento in cui il Centers For Disease Control and Prevention di Atlanta (CDC) ha lanciato una campagna d’informazione per ricordare agli americani come molte malattie, spesso mortali, siano trasmesse direttamente dagli animali agli umani.
Qualche esempio? L’Aids e l’Ebola vengono dalle scimmie, il Lyme Disease dai cervi, la Sars dalle civette zibetto, la “mucca pazza” dai bovini, il virus del Nilo Occidentale dagli uccelli. E se non bastasse, ultimamente è emersa la cosiddetta «influenza dei polli», di provenienza asiatica, che secondo gli esperti rischia di diventare la catastrofe sanitaria del nuovo millennio.
Ma questi dati non dovrebbero affatto sorprendere visto che, storicamente, la maggior parte delle epidemie che hanno vessato il genere umano venivano dagli animali. A partire dalla «peste bubbonica», (che ha ucciso un terzo della popolazione europea nel 14° secolo), alla tubercolosi, portata dalle capre, (che ha ammazzato 100 milioni d’individui nel ventesimo secolo) al morbillo (200 milioni di morti tra il 1840 e il 1990).
La cosa preoccupante, secondo gli esperti, è che non esiste ancora un ente, come ad esempio il CDC, per monitorare il passaggio di batteri e microbi dagli animali agli umani. «Un’agenzia del genere è importante in un momento come questo, – punta il dito Fuller Torrey, direttore dello Stanley Medical Research Institute di Bethesda ed autore di “Beasts of the Earth: Animals, Humans, and Disease” – quando animali esotici di ogni tipo possono essere acquistati facilmente tramite Internet».
Al giorno d’oggi basta avere una carta di credito per comprare on line un ratto africano, un canguro, un cervo e persino un elefante o un leone. In America 55 milioni di famiglie posseggono un cane, 64 milioni un gatto, e 7 milioni un rettile. Questi ultimi sono particolarmente pericolosi in quanto spesso infettano neonati con la salmonella, spesso letale.
«Per quanto si vuole bene ai propri animali, gli studi dimostrano che c’è una possibile correlazione tra i cani e la sclerosi multipla, – puntualizza Robert Yolken, neurovirologo alla John Hopkins University School of Medicine di Batimora – inoltre varie ricerche collegano un protozoo dei gatti alla schizofrenia».
Il consiglio dello scienziato? «Non dormite nello stesso letto con i vostri cani e pulite accuratamente le superfici dove mangiate. E ricordatevi: la scienza ha dimostrato che Paperino può trasmettervi l’influenza, Topolino la peste, e Pluto la leishmaniosi”.
Alessandra Farkas

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2005/04_Aprile/05/malattie.shtml

A voi i commenti. Noi, dal canto nostro, possiamo solo dire che sono più di tre anni che la nostra mamy tiene gatti in casa, all’inizio una, poi due e adesso siamo in tre. Siamo liberi di circolare ovunque, anche di ficcarci nel letto con lei (che, peraltro, apprezza moltissimo!), e lei non ha mai preso malattie che non fossero un raffreddore o un’influenza. Certo, deve lavorare un po’ di più per tenere pulita la casa, ma perché noi perdiamo un sacco di pelo, e ci sgrida se ci vede passeggiare sul piano di lavoro della cucina, ma non va in paranoia per questo.

E poi, che dire delle persone che da anni fanno il volontariato nei rifugi per cani e gatti, che danno da mangiare agli animali, li sverminano, danno loro l’antipulci, li curano, li portano dal vet, spalano la loro cacca e li accarezzano con una mano mentre magari con l’altra tengono il panino che stanno mangiando, e che sono in perfetta salute?

A noi sembra che questo articolo voglia fare solo del terrorismo psicologico e che la supposizione che gli animali che si tengono in casa possano trasmettere malattie pericolose per l’uomo non trovi alcuna dimostrazione scientifica… semmai è molto più verosimile il contrario, e cioè che siate voi umani, con tutta la sporcizia che riportate in casa attaccata alle suole delle vostre scarpe, a trasmettere le malattie a noi, nel migliore dei casi le uova delle pulci! Un protozoo dei gatti che trasmette la schizofrenia, ma per favore! più che una notizia da Corriere della Sera ci sembra da Gazzetta di Topolinia!!!

"Però Minnie, a te non sembra che la nostra mamy forse un po’ schizofrenica lo sia? prima è tutta dolce e ci fa le moine, e poi all’improvviso diventa una iena e urla perché Alex ha sbalanzato la ciotola dell’acqua…"

"Ma che vai dicendo? Naaaaaaaa, non è SCHIZofrenica! Di sicuro è un po’ SCHIZzata, ma non per colpa nostra!!!"

 

Annunci

26 thoughts on “Attenti all’animale!

  1. a te pensavo!!! sto scaricando nei nuovi template per il mio blog e pensavo alla mia “docente di template”. Quelli che ho scaricato sono molto carini ma per il momento mi tengo il mio perchè mi piace!! Una coccola ai 3 moschettieri. La Maggie sta facendo le fusa tipo trattore!!!

  2. Io da quando sono nata ho sempre avuto animali: cani, gatti, pesci rossi, pappagallini, canarini, mia sorella una volta aveva un topino bianco … dopo 34 anni di sta vita secondo l’articolo dovrei essere in fin di vita! Amiche, amici accorrete a darmi l’ultimo saluto!!!! Cosa aspettate ad attaccarmi alla flebo??? No comment Concetta!

  3. eh, allora finché dei deficienti gli zibetti e le scimmie e i cani se li mangeranno, e i leoni e i canguri se li terranno in casa se lo meritano e basta.
    Il resto sono solenni minchiate. Le solite deficientate da americani, quante te ne potrei raccontare…
    la maggior parte di queste malattie sono portate da insetti vettori che stanno su disgraziatissimi cervi, disgraziatissimi topi e via dicendo; basterebbe forse essere un po’ più puliti: una per tutte, lo sai cosa c’è scritto sulle porte dei bagni dei ristoranti, fast food & CO, nei civilissimi USA? “Please remember to wash your hands before resuming work”….PS, il protozoo, se si tratta di toxoplasma, allora evitate il giardinaggio e la carne poco cotta, prima di dar la colpa al gatto. Di terrorismo ce n’è già abbastanza, e di violenza sugli animali anche.
    Bacioni e buona domenica.
    Viviamo in un mondo di matti!!!!!!

  4. vai sul mio blog e guarda i risultati … l’allieva supera la maestra!!! La Maggie, dopo averci fatti preoccupare perchè mangiava poco (di solito è un bidone aspiratutto) ci ha convinto a comprarle il petto di pollo … beh, non appena l’ha visto gli si è fiondata sopra e l’ha divorato in un nanosecondo! Capito la belva, non è che non aveva fame era solo che il menu non era di suo gradimento!!!!

  5. Che mi consigli??? Quanti esami devo fare dato che vivo da ben 51 anni con animali di tutti i tipi e i miei cani hanno sempre fatto il sonnellino con me sul divano?? Alano compreso???Ma vadano a….Certo gli animali vanno vaccinati,fatti vivere in un ambiente pulito se vivono a stretto contatto con noi.. ma il concetto non vale anche per gli umani?Ti abbraccio e ancor di più i tuoi mici ma stretti stretti tanto schizzofrenica già ci sono hahaha Cinzia

  6. Mah, e’ tutto bullshit!! Concordo con voi che e’ tutto solo del terrorismo e son sicuro che queste persone non sono amanti di animali!!
    Viva tutti gli animali, viva i miciiiiii!!!!
    Tante fusa a voi tre carissimi micetti e tante coccole da mamy.
    Buona domenica!

  7. ciao da hachi! non hai mai giocato a un gioco di ruolo? provo a spiegare in 2 parole, spero non ci siano esperti all’ascolto che poi mi vengono a cercare per le imprecisioni!! c’è una persona che guida il gioco (master) e un numero variabile di giocatori che interpretano un personaggio che si muove all’interno della storia creata dal master, di solito c’è un mistero da svelare o un mostro da eliminare, dipende dall’ambientazione. Uno dei più famosi è Dungeons & Dragons, D&D. Quello a cui sto giocando io si chiama Mondo di Tenebra.

  8. però ci raccomandiamo a nome di tanti micioni di scrivere e protestare al Corriere della sera… dobbiamo fargli sapere che ci sono tante persone che a noi e agli altri animali vogliono tanto bene e che pretendono una informazione corretta!

    I Gatti di Pescara

  9. Oh mio Dio… io che ho sempre sostenuto il contrario e che spero che mio figlio possa crescre in mezzo a mille animali… lo trovo terribile questo articolo.
    Mi auguro di tutto cuore che non ci sia assolutamente nulla di vero, sarebbe orribile…

  10. buon lunedì a voi cari:)..che dire..io sono una di quelle che con i suoi animali condivide tutto..e che pur allergica dorme con loro (grazie ed un magico spray)..sono sana, viva e vegeta..e contenta di stare con i miei piccoli!!!!coccole ai 3 monelli

  11. Buongiorno carissimi!
    Purtroppo non sono riuscita a trovare quello che cercavi. L’unica cosa e’ stata
    questo. Ho provato di tutto, in inglese ed italiano ma niente. Sorry!
    Tante coccole e baci!
    Loren & Kitty

    PS…non la conoscevo la storia della gabianella e del gatto.
    Durante il search ho letto un po e deve essere una storia bellissima. Devo vedere se trovo il libro.

  12. Buongiorno carissimi!
    Purtroppo non sono riuscita a trovare quello che cercavi. L’unica cosa e’ stata
    questo. Ho provato di tutto, in inglese ed italiano ma niente. Sorry!
    Tante coccole e baci!
    Loren & Kitty

    PS…non la conoscevo la storia della gabianella e del gatto.
    Durante il search ho letto un po e deve essere una storia bellissima. Devo vedere se trovo il libro.

  13. Di niente Connie! Mi dispiace solo che non sono riuscita a trovarla.
    Mi fara’ tanto piacere leggerla se la trovi. Bacio e buona giornata.
    Tante coccole ai three musketeers! 🙂

  14. “la gabbianella e il gatto” è bellissimo!! ne hanno anche tratto un cartone animato (produzione italiana) che è altrettanto bello. mi commuovo sempre, sia per il libro che per il film, ho pianto anche al cinema, cosa che evito sempre di fare in ogni modo… ^_^
    ciao, hachi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...