Nuovo sondaggio!

Nuovo sondaggio!

Ehi! ma qualcuno di voi si è accorto che è cambiato il sondaggio sulla pagina delle Varie Felinerie? Questa volta abbiamo scelto un sondaggio animalosissimo: "Cosa date da mangiare al vostro gatto/cane?" A questo non potete non rispondere, e se non avete voglia di farlo voi, fatelo fare al/i vostro/i animale/i!!! Ah! c’è una novità: il sondaggio di questa volta è a selezione multipla delle risposte. Cioè, una risposta non esclude l’altra: se ci sono due o più risposte che rispecchiano le vostre abitudini, potete selezionarle tutte… forte, vero?

Per quanto riguarda i risultati dell’ultimo sondaggio, eccovi il grafico:

poll "Naufraghiamo in questo mare"

Avete risposto in pochini… solo in nove. Di questi, 4 vorrebbero starci poco in internet, ma poi non si accorgono del tempo che passa, due fanno la cosiddetta "toccata-e-fuga": meno di un’ora, altri due si trattengono da uno a quattro ore e infine c’è un nottambulo che in genere ci sta per un tempo imprecisato… ma non ti viene sonno?!?

Vabbé, abbiamo capito che questo sondaggio non v’è piaciuto, ma per quello nuovo ci aspettiamo taaaante risposte! Quindi, datevi da fare e rispondete rispondete rispondete (che noi siamo curiosi, altrimenti, che gatti saremmo?)!!!

Ah, un’ultima novità: stiamo costruendo il nostro sito internet, il sito di Minnie Pepper & Alex. Non v’aspettate niente di stratosferico, è solo una cosa che abbiamo iniziato così, per gioco. E poi è ancora in costruzione. Non sappiamo neanche se lo finiremo mai… comunque, per adesso è lì. Nei ritagli di tempo (della nostra mamy) cercheremo di aggiungere altre cose nuove… forse!

P.S. ma che schifo questo font!!! che fine ha fatto l’Arial che usavamo sempre??? Spliiindeeeeer! ari-dacce l’Arial di un tempo, che questo ci dà il voltastomacooo!!!

Annunci

25 thoughts on “Nuovo sondaggio!

  1. Ciao Micie!
    Ciao cara Concettina e grazie per aver postato sull’argomento
    come ti proposi.

    Tra le righe leggo che mi si da dell’ ignorante, nessun problema…
    Forse in materia lo sono, comunque non volevo generalizzare riguardo la mia opinione sulla castrazione,
    anzi…

    Ho letto con calma il post del 5/01, su un punto sono daccordo, il randagismo, ma ne ho trovato altri, su ciò che afferma Lalla, sui quali ho un parere differente.
    Il gatto non castrato si dice è come “una tigre in gabbia”, trova sempre il modo per “scappare”, effettua una “fuga” dalla quale torna “a suo piacimento”.
    Ma nella gabbia-appartamento in città, non ce lo mette forse il suo amico umano?
    Il gatto è animale d’appartamento?
    Il gatto che scappa, che fugge, perchè questi termini?
    Il gatto è un’animale indipendente per sua natura, vuole essere libero di girare, cacciare topi, uccellini e lucertole, ispezionare il territorio e difenderlo dagli altri maschi e marcarlo con la sua puzzolentissima pipì.
    Io penso, nella mia ignoranza, che tenerlo al chiuso di quattro mura già non è l’ideale per lui, è un bisogno più nostro di avere un’animale in casa, ma non risponde del tutto alle sue esigenze, alla sua indole di felino.
    Le auto sono un problema certo, ma lo sono anche per noi umani, allora dovremo stare tappati in casa per non correre rischi?
    Il mio Ciro guarda caso è stato investito da mia sorella nel cortile di casa nostra, non per strada, prontamente curato, operato e guarito, nonchè aggredito sempre dentro le mura di casa da un pastore tedesco, di rischi quindi ne corre anche entro le mura domestiche.
    Fa la lotta con altri gatti, e allora?
    E’ normale, è naturale, Ciro caccia via prontamente e aggredisce tutti i maschi che invadono il suo territorio, sempre, non solo nel periodo degli amori.
    Si becca le malattie? Ok, lo si vaccina per tempo e nel caso si ammali lo si cura, come facciamo noi umani con noi stessi.
    Che vogliamo fare, per tutti questi motivi chiuderlo in una prigione dorata?
    Non credo che il mio dubbio sia tanto assurdo.
    Io ho avuto solo una gatta siamese femmina in vent’anni, ha sempre partorito ogni anno finchè era giovane, e mi sono sempre prodigato per regalare i cuccioli, li ho tutti sistemati, tranne una volta in cui due li ho tenuti con piacere, ha vissuto felicemente tra mille attenzioni per ben 18 anni.
    Sono stato un mostro perchè non l’ho sterilizzata, ditemelo se è così.
    Io non ho mai detto che in generale sterilizzare i gatti sia una crudeltà, il problema del randagismo
    esiste, anche se abitando in un piccolo centro il problema da me è irrisorio.
    Dico solo che dovremo stare un pochino più attenti a non “umanizzare” troppo i nostri amici a quattro zampe, e a non utilizzare come scusa la castrazione e la sterilizzazione per avere dei mici simil-peluche in casa nostra.
    Non mi riferisco a voi ovviamente, perchè so che amate tanto gli animali e fate tantissimo per loro, ma a persone che ho conosciuto e che avevano del micio un simile concetto, pure nella convinzione di trattarlo beninissimo.

    Ciao a tutti

    Un’abbraccio mio e un pò di fusa da Ciro

    Cicciuzzo

  2. @ Cicciuzzo: in tutta onestà non avevo programmato di mettermi al pc questa sera, ma ho deciso di farlo perché la tua risposta merita subito una contro-risposta.
    E’ vero, il gatto è un animale indipendente per natura, ma io vedo i miei (due femmine sterilizzate e un maschio ancora troppo giovane per esserlo) che vivono benissimo accontentandosi di uscire fuori al balcone nelle ore più calde della giornata a stravaccarsi e a “sorvegliare” dall’alto il “loro territorio”. Il giorno in cui Alex andrà in amore, ma io conto di farlo castrare prima, cercherà di scappare NON per soddisfare il suo desiderio di indipendenza, ma per accoppiarsi. Solo che, non avendo la percezione dei pericoli a cui andrà incontro, si caccerà in Dio solo sa quanti guai! I felini non sono nati per vivere in una civiltà “urbanizzata” come la nostra, ma in un mondo dove c’era la “catena alimentare” a regolare la sovrappopolazione degli animali: i felini davano la caccia a topi e lucertole e altri predatori davano la caccia ai felini. Questo è vivere “secondo natura”, e non gli investimenti delle automobili o i dementi che la notte di capodanno ficcano un petardo in culo a un povero gatto per poi farlo scoppiare (e credimi, è successo anche questo!). Possono succedere incidenti anche in casa? Certo! anche noi umani scivoliamo nella vasca e ci tagliamo mentre affettiamo il pane, con la differenza che noi non ce li andiamo a cercare, mentre un felino lasciato libero di circolare per le strade non ha la percezione del pericolo che potremmo avere noi, a cui sin da piccoli ci è stato insegnato ad attraversare sulle strisce e a tenerci lontani dalle situazioni “spiacevoli”.
    Non esistono vaccini per tutte le malattie. Di quelle che sono state nominate, si può vaccinare un gatto solo contro la FeLV (leucemia felina), ma non contro la FIV o la FIP. E anche il vaccino contro la FeLV ha le sue controindicazioni, visto che potrebbe provocare una forma tumorale di cui ora mi sfugge il nome, ma a cui sono andati soggetti nello stesso anno appena trascorso i gatti di ben due amiche mie.
    Tu hai lasciato che la tua micia siamese facesse cucciolate ogni volta che ha potuto, trovando poi a chi poter regalare i nuovi nati, ma hai mai considerato che per ogni micio a cui tu hai trovato famiglia, un randagio o un gatto di colonia si è visto privare della possibilità di essere a sua volta adottato? Le strade e i gattili sono stracolmi di mici senza padrone, che pure avrebbero diritto a una vita più lunga e serena in una “prigione dorata” che, se anche la si vuol considerare una prigione, è pur sempre un luogo dove hanno garantiti cibo, giochi, coccole e cure. Lo stesso non si può dire di quelli che vivono in libertà e secondo una natura che non è la loro, ma imposta dall’uomo.
    Due estati fa vicino casa mia c’era una gatta tricolore, tanto bella quanto forastica. La scorsa estate diede alla luce tre mici e per il resto dell’estate mi è capitato di vederla ogni tanto, che con fatica si trascinava per le vie in cerca di cibo o di un riparo (il primo glielo potevo dare, il secondo no perché non si lasciava prendere). Ora sono un po’ di mesi che non la vedo e credimi, mi si stringe il cuore al pensiero che una povera micia bellissima possa essersene andata a poco più di un anno di età, sfinita dagli stenti e dalle difficoltà del vivere secondo una natura che non era la sua.
    Mici simil-pelouche? Naaaa! dammi retta: ogni volta che sento qualcuno che chiede “ma è possibile educare un gatto a stare in casa senza provocare danni, senza graffiare la tappezzeria, i mobili, la carta da parati, a starsene buono nella sua cuccia senza invadere gli spazi degli umani?” gli rispondo “ma tu non vuoi un gatto, per avere un pelouche devi rivolgerti altrove!” E comunque, anche l’impossibile può diventare possibile, se pensi che a me è bastato comperare un “alberello” di corda e moquette dove i miei gatti giocano e si rifanno le unghie, senza che MAI gli venga in mente di rifarsi le unghie su una poltrona o altrove nella casa. E se anche qualche volta mi hanno rotto qualche soprammobile, ma chi se ne frega? erano solo oggetti che, se mi va, posso sempre ricomprare. Credimi: basta poco per rendere una prigione, già dorata di suo, anche tempestata di pietre preziose senza che il gatto rimpianga minimamente ciò che non ha avuto, e che non avrebbe avuto in ogni caso, perché vivere libero tra le strade di una città non è come vivere libero in territori aperti e spaziosi, dove non vi è taccia di civiltà, ma solo tanta natura selvaggia e incontaminata!
    Infine, per la questione dell’ignorante, ti chiedo scusa se ti sei offeso. Come ho già scritto, ribadisco: non bisogna temere coloro che ignorano, perchè con l’informazione li si può rendere edotti (mi crederesti mai se ti dicessi che un tempo, prima di avere dei gatti miei, la pensavo anch’io come te?), ma coloro che sono ignoranti per principio, che ignorano perché preferiscono farlo, perché in quel caso si pecca di malafede, e la malafede io la temo, come la peste!
    Ciao Cicciuzzo, che siano sempre benvenuti i confronti come questo, da cui c’è sempre da imparare (vabbé, io non ho imparato niente perché ormai sono anni che sento fare discorsi come il tuo… ).
    Grattini a Ciro… però una tagliatina… no, eh?!?

  3. Guarda, Cicciuzzo, hai ragione nel dire che un gatto starebbe molto meglio se potesse vivere libero, e non in un appartamento. Ma libero in natura, non nelle nostre città che tutto sono fuorché naturali, e nemmeno nelle nostre campagne,che ormai non sono naturali nemmeno quelle. Libero nel suo habitat, selvatico, cacciatore e cacciato a sua volta da dei predatori che ne regolano la riproduzione. Non libero nell’ambiente umano che non é fatto per lui.
    A proposito, tu dici che le macchine sono pericolose anche per noi, é vero, ma per il gatto lo sono doppiamente perché la struttura del suo occhio non gli permette di rendersi conto in tempo della macchina che si avvicina, soprattutto al buio. Parli delle malattie, come se tutte quelle che ti ho descritto fossero vaccinabili, e a parte la felv non lo sono. Addirittura l’unico modo per prevenire la fiv, il cosiddetto aids felino, é proprio la sterilizzazione, perché la malattia si trasmette primariamente per via sessuale, oltre che attraverso i graffi. E ti dirò di più: queste malattie spesso e volentieri non sono proprio curabili, il gatto muore, punto e basta, oppure ci pensa il veterinario a proporre la soppressione, e se invece é fortunato e gli va bene resterà portatore, contagioso per tutta la vita, e diffonderà ulteriormente la malattia, con più facilità proprio a causa delle condizioni di sovrappopolazione in cui i gatti si trovano a vivere nell’ambiente umano.
    Vedi, io non credo di avere i peluche dentro casa. Ho due mici, due esseri viventi e intelligenti, che possono soffrire come qualsiasi creatura a questo mondo. Due mici che però vivono in una grande città, in piena zona urbana. Sono forse così mostruosa se voglio, ancora una volta, proteggerli da dei pericoli creati da noi e che loro non possono capire? Credimi, se la tua siamesotta ha vissuto felicemente fino a 18 anni, beh, hai avuto fortuna, molta fortuna, e lo devi anche al fatto che le femmine se ne vanno molto meno a spasso rispetto ai maschi, oltre al fatto che vivi per tua stessa ammissione in un piccolo centro.
    Ecco, ho trovato proprio ieri l’ultimo gatto spiaccicato sotto casa, e per stavolta quando dico spiaccicato intendo letteralmente, tipo sottiletta, schiacciato come si schiaccierebbe un insetto. Io non so se per i miei casa mia é proprio l’ideale, ma se l’alternativa é farli finire così cosa mai dovrei fare??? Lavarmene le mani?
    Lalla

  4. Uhm…. non mi ricordo bene cosa avevo votato nel vecchio sondaggio, ma mi sa tanto che la nottambula sono io ^vvv^
    Ora vado subito a curiosare anche in quello nuovo :))
    Ah…. volevo dire grazie per le risposte date a Cicciuzzo… spesso pure io mi chiedo se le mie rompisgattole sono felici e serene con me nella mia casa (dove loro sono libere di fare tutto quello che gli pare, dal dormire sulla biancheria pulita al farsi le unghie sulla poltrona al saltare sopra il frigorifero per tentare la scalata al lampadario :DD perchè mi ripagano saltandomi in braccio per avere le coccole, e non mi pare neanche un prezzo caro), o se non preferirebbero forse vivere una vita breve ma libera… e tutte le volte mi sento in colpa. Ma i vostri argomenti sono giusti… e ora mi sento un po’ meno in colpa 🙂
    Tanti grattini a tutti gli amici pelosi.

  5. Io non sapevo che c’era una sezione per i sondaggi, d’ora in poi starò più attenta e me ne ricorderò Tanto per cominciare vado subito a rispondere a questo! ciao mici, notte!

  6. Ciao bellissime micette e handsome Alex! 🙂
    Prima di tutto grazie tanto a voi e alla vostra mamy per gli auguri! Spero che ora Connie sta meglio, lo so che volete che sta a casa con voi ma non e’ tanto bello per lei se non si sente bene. Fatti i bravi e vedrete che presto la vostra mamy avra di nuovo le vacanze, quelli di Pasqua 🙂
    Anche noi abbiamo risposto al vostro sondaggio. Quando si parla di mangiare io vado matto! Adesso ho anche preso il vizio che quando qualcuno apre il frigorifero io corro e provo ad infilarmi dentre perche so che li si trova sempre qualcosa buono da mangiare!!
    Bacioni e fusa!!

  7. puah, splinder fa sempre più cacare a dire la verità .. ma che fine ha fatto, poi, l’editor che avevano partorito qualche giorno fa? l’han già tolto? forse si sono accorti che era bruttino bruttino ..

    ora vado a votare al sondaggio! ^^

    in bocca al lupo per i siti dei miciozzi patatoni!

    e un abbraccio alla mamy!

  8. Io e la nostra umana aggiorneremo presto i nostri blog, promesso, ma prima devo digerire la novità: qui stanno preparando una nuova cuccia, ma crocchi e coccole basteranno per tutti?
    Aiutoooooo
    Zip
    Zip

  9. Mi hanno ordinato di mantenere il segreto, ma domani facciamo una riunione miciosa per varare le contromisure. Spero che attorno al tavolo della riunione si mangi!
    I particolari sul mio blog!
    Ciao MicioAlex, ciao belle miciotte, tante fusa ai vostri umani dal vostro
    Zippino perplesso

  10. io sono qua solo per pregare questi tre dolci micetti di fare tante coccole e tante fusa ad Augusto che mi è sembrato molto giu’…datevi da fare affinche’ Augusto torni presto in forma..ciao micetti..un bacio, Ferny

  11. MicioAlex, devo confidarti un segreto, da uomo a uomo, ops, da micio a micio. Il 4zampe in arrivo non credo sia un gatto, oggi l’umana parlava con il nostro fornitore e gli ha chiesto di portarle le foto di varie cucce IN LEGNO, ora, non credo che un micio starebbe dentro una cuccia di legno, ho paura che si tratti di un orso… tu che dici?
    Tuo affezionatissimo Zip

  12. Ciao e grazie per le risposte è un piacere confrontarvi con voi 🙂
    anche se la pensiamo diversamente anzi proprio per questo

    Un augurio di un felice e sereno
    fine settimana!

    A presto

    Cicciuzzo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...