Cosa vogliono i gatti di Claire Bessant

Cosa vogliono i gatti di Claire Bessant



Dove ha avuto origine il gatto selvatico, altrimenti detto “felis lybia”? Com’è avvenuta la sua graduale domesticazione e perché? In cosa si differenzia il gatto comune, come siamo noi oggi, dal suo progenitore? Come dovete comportarvi voi bipedi per garantire una convivenza felice sia a voi stessi che al vostro gatto, senza che, al tempo stesso, venga del tutto snaturata la nostra essenza di “felino”? Cosa vi aspettate voi dal vostro gatto? e, cosa più importante, NOI cosa ci aspettiamo da voi?


Il libro della Bessant, considerata una delle più illustri “gattologhe” anglosassoni, fornisce delle interessanti “ricette” che mirano ad aiutare chi possiede un gatto a capirne la natura e ad interpretarne la semantica corporale per meglio soddisfare le sue aspettative senza, tuttavia, lasciarsi schiavizzare da lui. Perché per un serena convivenza non bisogna assolutamente dimenticare che il gatto è “gatto” e non può essere assimilato ad un altro animale o, men che mai, all’uomo. L’istinto e la natura del nostro antenato egizio permangono sotto molti aspetti nel “felis catus” con cui oggi vi confrontate, e come tale dovete trattarci e rispettarci, ma senza dimenticare e senza trascurare di farci capire che chi comanda, ahimé, NON siamo noi, ma siete voi (non è che questa cosa mi piaccia molto, ma tant’è…)



Un altro interessante manuale per chi ama noi creature magiche e ha scelto di farci essere parte della sua famiglia, da leggere e tenere a portata di mano per avere una risposta ai più importanti quesiti che prima o poi assalgono tutti i possessori di gatti (perché voi credete di conoscere tutto, ma in realtà, ne dovete mangiare di “pasta e fagioli” prima di dire che siete cresciuti abbastanza!!!)

Annunci

3 thoughts on “Cosa vogliono i gatti di Claire Bessant

  1. naaaaa questo sta diventando il blog di due micie professoresse….o quanto meno molto acculturate! :-))
    ehhehe povera meeeee io non so ne leggere ne scrivere e su di noi nessuno scrive niente! sigh sigh…eppure siamo esseri affascinanti e misteriosi. poco si sa di noi e trovo strano che nessuno se ne interessi.
    Ninnì

  2. ciao minne e pepper..grazie per il consiglio che mi avete dato circa il libro ma la mia mamma non sa davvero da che parte si comincia a scrivere un libro
    sono sicura che le piacerebbe molto ma non è tagliata per la letteratura. Le servirebbe una mano letterata! 🙂 sai di quelle che uno racconta e l’altro scrive…..un libro a 4 mani insomma

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...