RIP Pepper

Un altro pezzo del mio cuore se n’è andato.
Pepper, solo 6 giorni fa compivi – compivamo – 15 anni di vita insieme, ma sapevamo che la fine si stava avvicinando. Il fibrosarcoma ti stava divorando dentro, ormai eri ridotta a un mucchietto di pelo e ossa. Guardarti in questi ultimi due giorni, sempre riversa su un fianco col musetto sprofondato nella cuccia, neanche ti reggevi più sulle zampe anteriori, era diventato penoso.
La tua resistenza in questi mesi è stata stoica, ma ormai non aveva più senso: entrambe capivamo che questa vita di totale invalidità non t’apparteneva più.
Addio micia mia bella, non dimenticherò mai la luce che avevi negli occhi ogni volta che mi guardavi… avevamo un rapporto speciale noi due, ti terrò sempre nel mio cuore.
Ora che hai attraversato il Ponte dell’Arcobaleno, torna a giocare con Minnie ❤

Pepper, data di nascita: un giorno x di un mese y del 2002.
Entrata con irruenza nella mia vita il 25-10-2002, ne sei uscita il 31-10-2017.

Ti voglio ricordare così

Annunci

RIP Minnie

Si vive pensando che il giorno non arriverà mai.
Invece poi arriva, e l’effetto è devastante.
Per te, dolce micia mia, è arrivato oggi, 11 agosto 2017.
Sei volata sul Ponte, e hai lasciato un grande vuoto nella mia casa, e nel mio cuore.
Ti amo Minnie ❤

Minnie, data di nascita: un giorno x di un mese y del 2001.
Entrata in punta di piedi nella mia vita l’11-11-2001, ne sei uscita l’11-08-2017.

Ti voglio ricordare così

Analisi del 2015

Sinceramente, sono del tutto sorpresa che su questo blog possano ancora esservi dei segni di vita… eppure, a quanto pare, è proprio così!

I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2015 per questo blog.

Ecco un estratto:

Un “cable car” di San Francisco contiene 60 passeggeri. Questo blog è stato visto circa 1.200 volte nel 2015. Se fosse un cable car, ci vorrebbero circa 20 viaggi per trasportare altrettante persone.

Clicca qui per vedere il rapporto completo.

Il 2014 in pillole (molto pillole, vista l’attività praticamente zero… )

I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2014 per questo blog.

Ecco un estratto:

Un “cable car” di San Francisco contiene 60 passeggeri. Questo blog è stato visto circa 3.100 volte nel 2014. Se fosse un cable car, ci vorrebbero circa 52 viaggi per trasportare altrettante persone.

Clicca qui per vedere il rapporto completo.

1.126.005 volte GRAZIE!!!

1.126.005 (cliccare sul numero per andare al sito)
Tante sono state le firme raccolte online, e non ci sono conteggiate ancora tutte le firme raccolte su carta.

stop vivisectionUna gran bella vittoria, a cui l’Italia ha contribuito con ben oltre 570.000 firme, cioè più della metà del milione previsto come obiettivo. Evidentemente quando vogliamo, sappiamo sentirci uniti nella perorazione delle grandi cause.
Ora speriamo che tutto questo porti a qualcosa di buono. Il mondo è in continuo progresso, e la vivisezione è in antitesi con ogni forma di progresso che si vuole mascherare con l’alibi della “ricerca”. L’abolizione della vivisezione è il vero progresso, ed è a questo che bisogna mirare.Speriamo che, con questo traguardo plebiscitario, si riesca finalmente a cancellare questa pratica del tutto inutile e crudele.
Grazie a tutti coloro che hanno firmato e fatto firmare!

Una firma per dire BASTA! alla vivisezione

Potrebbe sembrare la solita raccolta di firme che non si sa poi che fine fanno.
Invece l’iniziativa è molto più seria e concreta. Si tratta infatti di un’iniziativa popolare a livello europeo, e la richiesta di cancellazione della pratica della vivisezione viene rivolta all’Unione Europea. La raccolta firme viene fatta sia online che in forma cartacea, e in entrambi i casi occorre identificarsi, oltre che con nome e cognome, anche col paese di provenienza (della comunità europea) e con gli estremi di un documento di riconoscimento. Sì, anche se si firma online, perciò consiglio di tenere la carta d’identità, o altro documento di riconoscimento, a portata di mano. Ovviamente non è consentito firmare più di una volta.

Stop vivisection

STOP VIVISECTION

Stralcio dalla homepage del sito http://www.stopvivisection.eu/it:

Grazie all’iniziativa popolare, con un milione di firme i cittadini europei possono partecipare in prima persona all’attività legislativa dell’Unione Europea. STOP VIVISECTION dà la possibilità ai cittadini di esprimere il proprio NO alla sperimentazione animale e di richiedere con forza all’Unione Europea un percorso scientificamente avanzato, a tutela degli esseri umani e dei diritti degli animali.
Sollecitiamo la Commissione europea ad abrogare la direttiva 2010/63/UE sulla protezione degli animali utilizzati a fini scientifici e a presentare una nuova proposta che abolisca l’uso della sperimentazione su animali, rendendo nel contempo obbligatorio, per la ricerca biomedica e tossicologica, l’uso di dati specifici per la specie umana.

La raccolta firme verrà chiusa il 1° novembre 2013, e al momento in cui sto scrivendo questo post, il totale firme raccolte ammonta a poco meno di 843.000. Bisogna raccoglierne 1.000.000. Il traguardo è vicino, perciò se anche voi siete sensibili al problema e volete dare un contributo a porre fine a questa pratica crudele e del tutto inutile, affrettatevi ad andare sul sito e a firmare, e a vostra volta divulgate l’iniziativa.
Insieme ce la possiamo fare. Tutti insieme si è riusciti a far chiudere Green Hill a Montichiari, e tutti insieme si potrà fare ancora di più!

Il 25 aprile di Olive

Oggi, un anno fa, dopo circa 3 mesi e mezzo di tentativi infruttuosi di farla integrare con le mie bestiacce, riportavo Olive giù nel parcheggio condominiale da dove l’avevo raccolta per farla sterilizzare. Come Giuda, le davo tanti bacini sulla crapetta mentre scendevamo le scale, intanto che soffocavo i timori che potesse cacciarsi in qualche guaio.

Oggi, dopo un anno, è ancora li, vive libera e felice all’aperto com’era abituata dalla nascita, e arriva sempre puntuale all’ora della pappa, che non le faccio mai mancare.

Oggi è il 25 aprile anche per lei, la sua personale Festa della Liberazione.

Auguri a tutti, ne abbiamo veramente tanto bisogno.

2012 in review

Grazie a WordPress per questo report annuale, e grazie agli irriducibili che ancora passano ogni tanto da ‘ste parti a leggere le mie, per fortuna sempre più rare, cazzatelle.

Felice 2013 a tutti!

I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2012 per questo blog.

Ecco un estratto:

600 people reached the top of Mt. Everest in 2012. This blog got about 5.600 views in 2012. If every person who reached the top of Mt. Everest viewed this blog, it would have taken 9 years to get that many views.

Clicca qui per vedere il rapporto completo.